Più che Indescrizioni

Andare in basso

Più che Indescrizioni

Messaggio  Gianluca Di Marzio il Lun 14 Giu 2010 - 23:34

Niente di ufficiale, ma nel corso di una cerimonia avvenuta sui Camaldoli in cui erano presenti fra gli altri i presidenti del Nisida78, del Posillipo e del Monterosa se ne sono sentite di belle.....i presidenti delle tre società hanno parlato a lungo della stagione che avrà inizio fra quache mese....ecco cosa alcuni inviati hanno rilevato:
Andiamo in ordine crescente di rilevanza.

Il sig Fierro, con un lieve appoggio del presidente Paragliola A., ha espresso il suo desiderio di inserire nella prossima asta, anche se in maniera parziale, l'utilizzo delle buste. ll vice presidente della Lega, nonchè gestore dell'aria tecnica si è vivamente opposto a tale proposta ritendo che le buste aumenterebbe la percentuale di fortuna, già molto alta, in un gioco in cui le conoscenze calcistiche , l'inclinazione manageriale e le competenze in sede d'asta la dovrebbero fare da padrone.

Il presidente Fierro ha intenzione di stravolgere l'assetto dirigenziale della sua società....licenziamento per il fratello Fierro V. e un contratto pronto per la consorte Ida Paragliola da 2 mln netti a stagione. L'incarico sembrerebbe essere di collaboratrice decisionale per la prima donna tesserata in lega. Fin quì forse niente di nuovo, infatti l'interesse di questa settimana è rivolto alla presunta decisione di Fierro A. di cambiare nome alla squadra, proprio così, con ogni probabilità il Monterosa, nome al quale tutti siamo ormai abituati, scomparirà dalla lista delle squadre partecipanti alla lega. Evidentemente il sig. Fierro ha deciso di effettuare un cambio di rotta al cammino della sua società che in questi anni, bisogna dirlo, ha raccolto molto meno di quanto ha seminato e meritato. Si aspetta l'ufficialità sul sito della società.

Il presidente del Posillipo ha confermato alcune voci di un riavvicinamento con il signor Capasso, ma tra queste voci ed una reale appacificazione (a mio parere molto improbabile) ci passa un oceano.

Clamoroso, il sig. Caruso Antonio, forte dell'esperienza calcistica del figlio Gaetano, si è autocandidato per la presidenza di una nuova società che già dall'anno prossimo potrebbe iscriversi al campionato di lega partenopea. Le voci ci sono, i presidenti della lega stanno valutando la situazione, ma questa unione sembra un pò difficile da realizzare nonostante che i presidenti siano entusiasti di questa candidatura. Infatti e ben noto che il massimo numero di squadre che possano partecipare alla lega, affinchè essa possa rimanere affascinante, avvincente e divertente come lo è stata fin dal primo anno, è pari a 8. Le squadre pronte a partire ci sono tutte, tutti sembrano, scusatemi la terminologia prettamente partenopea, ndarzamati, quindi mi sembra davverò difficile questo innesto. D'altro canto i presidenti di Nisida78, Posillipo e Monterosa hanno discusso a lungo di come poter inserire la famiglia Caruso in Lega. La volontà c'è tutta, già in passato il sig. Caruso si è contraddistinto per la sua serietà, la sua preparazione calcistica avendo anche partecipato a molte trasmissioni sportive nelle vesti di opinionista azzurro. Inoltre è un uomo molto vicino, anche a livello di parentela, ai presidente delle squadre sopracitate. Se a tutte queste caratteristiche aggiungiamo che la famiglia Caruso fà del Napoli una ragione di vita, ecco che ci sono tutti i requisiti affinchè la candidatura dell'amico Antonio venga presa seriamente in considerazione. Tuttavia non bisogna dimenticare qualora si libererebbe uno posto, la lega lo riserverebbe sicuramente al sig. Capasso che da anni è un uomo di Lega.
L'inserimento dei Caruso in Lega potrebbe avvenire tramite molteplici possibilità:
Formazione di multisocietà con conseguente liberazione di un posto in Lega, Caruso ingaggiato come vicepresidente in qualche società già avviata, oppure.....oppure.....ecco la bomba che la redazione si è permessa di conservare per la fine di questo interessante articolo:

Qualche anno fa, vista il numero consistente di persone che ambivano per un posto in lega, il presidente Paragliola M. pensò alla affascinante formula di un doppio girone, una serie A da 8 e una serie B da 6, dove ogni anno, 2 società sarebbero retrocesse dalla A alla B e due promosse in A. Ebbene, i presidenti di Nisida, Posillipo e Monterosa hanno ripensato a questa possibilità che potrebbe essere l'ennesima novità stravolgente della Lega. Ma per ora sono solo pensieri, ipotesi, proposte.....bisognerebbe trovare 6 presidenti validi, maturi, fidati......tra questi potrebbero venir fuori i nomi dello stesso Caruso, e degli esclusi Capasso e Fierro V. che sarebbe di sicuro entusiasta di governare una società tutta sua. Questo sarà evidentemente il tema del dibattito che sicuramente si aprirà in questi giorni. Ma in ogni caso l'ultima parola spetterà sempre ai due presidenti di Lega De Rosa e Paragliola M. ai quali bisogna affidarci avendo fiducia che le loro decisioni saranno prese nel bene della Lega, della collettività mai in maniera egoistica, insomma come è sempre accaduto fin'ora.

Il vostro Gianluca vi saluta e rimanda la parola al presidentissimo invitandolo a commentare ogni punto trattato in quest'articolo.
avatar
Gianluca Di Marzio

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 25.05.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum